02/10/08

9

The big picture

Non posso prendere le ferie a Novembre, perché ho una richiesta in sospeso per Natale e quelle ferie me l'hanno congelate finché non si decide se me le concedono o no.

Meglio un uovo oggi o una gallina domani? Rinuncio a queste ferie e spero che me le diano a Natale, rischiando poi di trovarmi fottuta e di non farle né ora né dopo, oppure disdico la mia richiesta per Natale e mi ciuccio la mia settimana a Novembre. E poi a dicembre chi vivrá vedrá, che ne sai che poi comunque non mi viene l'influenza, coff coff.

Intanto, meeting ufficiale per annunciare, attenzione attenzione, che l'omicidio dei team italiani e spagnoli si compierá il mese prossimo, quando il nostro lavoro verrá dato in affidamento a vendor esterni, che diciamocelo chiaro, qua i mercati che contano sono inglese, francese e tedesco. Insomma, senza italo-spagnoli se po stá. Ovviamente non veniamo licenziati, ma veniamo trasferiti tutti appassionatamente sul mercato inglese. Come ben potete immaginare, questi piani europei vengono decisi negli USA. Mi iniziano a stare un pó sul cazzo questi USA, che fanno e disfanno i team in Europa guardando alla cartina di questo vecchio mondo. Forse dall'oltreoceano, é questo l'effetto che fa l'Europa: una zolletta di terra e ruderi non meglio identificata.

Life goes on, e come si conclude saggiamente, you have to look at the big picture. E guardiamo a stó grande disegno.

Intanto mi consolo sfornando lasagne con sfoglie Tesco e besciamella sotto le vesti di white sauce, un abbraccio sul divano e la confortante sensazione che sará quel che sará, chi lo sa, viviamo
day by day, ué ué.

Ore 16:00, 11 gradi, pioggia e vento cane.
Ho deciso, da domani passo ufficialmente al cappotto di lana, e sti cazzi che é solo Ottobre.



9 commenti:

  1. a volte penso di emigrare.
    e penso sia una cosa buona e giusta.
    poi leggo il tuo blog e, cazzarola signorina, ma che tempo c'è dalle tue parti??

    RispondiElimina
  2. Forse è dovuto al fatto che sono miope, che non riesco a guardare "il grande disegno" e perciò ho sempre vissuto "day by day" e mi son trovata bene.
    Per il cappotto, credo che se senti freddo, potrebbe essere anche agosto, ma io lo metterei :)
    baci

    RispondiElimina
  3. non ascoltare la piccola divara (tesovvvvo!), fa un freddo becco anche qui da me e un umidità che paro tina turner.

    RispondiElimina
  4. DIVARA freddo, fa freddo. peró c'é un bel cielo azzurro con le nuvolette rosa.

    NADIR anche io sono miope a dirla tutta, molto miope. non ho messo il cappotto, ma un maglioncione di lana sotto la giacca di cotone!

    SEARCHING l'Italia é spaccata in due dal clima tanto per cambiare? non tocchiamo l'agomento capelli, signora mia, una vergogna.

    RispondiElimina
  5. erbasalvia3/10/08 4:08 PM

    tempo brutto - ma fa freddo pure qui, l'altro giorno mi è partito il riscaldamento! - però hai TESCO!

    RispondiElimina
  6. si, cappotto di lana, decisamente e appassionatamente!!!!

    RispondiElimina
  7. sta cosa di non emigrare perchè fa freddo, non la capisco.

    RispondiElimina
  8. Ma è quello che ho sempre detto anche io SE FA FREDDO AD AGOSTO IO MI METTERO' IL CAPPOTTO AD AGOSTO! E comunque qui ieri avevo la nebbia. 3 ottobre e c'era giàla nebbia. Tristezza.

    RispondiElimina
  9. ERBA è vero io ho Tesco e le sue offerte al reduced to clear!

    FRA hai visto che l'ho messo? tsè!

    RAFELI non volevo scoraggiare l'emigrazione, io, mina vagante.

    MARI la nebbia? di già? azzarola.
    qui quando fa freddo la cosa bella è che il cielo è pulitissimo e vedi le montagne lontane.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails